martedì 12 ottobre 2010

PIZZOCCHERI ALLE NOCCIOLE

L’altro giorno al Supermercato, sono rimasta colpita da questa pasta tipica della cucina valtellinese , realizzata con farina di grano saraceno integrale che dono un gusto particolare e che abbinata a questo sugo è davvero il massimo!!Provatela perche ne siamo rimasti estasiati:D

Pizzoccheri alle nocciole

320 g di pizzoccheri

100 g di nocciole sgusciate e tritate

200 ml di panna da cucina

200 g di fontina

40 g di grana

120 di burro

Aglio,sale,pepe

Unite in una padella all’aglio, le nocciole il burro e la panna e fate insaporire il tutto per 10 minuti. Portate a bollore l’acqua e cuocete i pizzoccheri per 12-15 minuti , scolateli e versateli in una zuppiera, unite le nocciole con la panna il burro e eliminando l’aglio, aggiungete la grana e la fontina tagliata a dadini piccoli e rimestate il tutto. Appena la fontina si sarà sciolta servite il piatto ben caldo.

giovedì 16 settembre 2010

TOFE ALLA PARTENOPEA



Come vi ho raccontato in un post di qualche giorno fa sono stata alla serata Voiello e al termine della cena ci ha fatto dono di alcuni formati di pasta tra cui le tofe una specie di conchiglione ma piu piccole e rigate. Ovviamente ho volute subito provarle perche il formato era davvero invitante cosi le ho farcite con un classico ripieno alla partenopea, con ricotta provola e salame napoletano e un semplicissima salsetta fresca e profumata che accompagnava il tutto. Devo dire che sono state davvero ottime e il sapore della pasta era speciale!!

Tofe alla partenopea
300 g di tofe Voiello
300 g di ricotta
200 g di provola
150 g di salame napoletano
400 g di pelata
Un cipolla
Basilico
Preparate un soffritto con cipolla e pelata e qualche ciuffo di basilico e lasciatelo cuocere una mezz’ora. Nel frattempo cuocete le tofe per 10 minuti, scolatele e mettete a freddare su di un panno. Mentre la pasta si raffredda tagliate a dadini piccoli la provola e il salame, unite la ricotta, un cucchiaio di salsa e riempite le tofe con il composto. Prendente un tegame abbastanza capiente, versate un cucchiaio di salsa e ponete le tofe all’ interno, versate il sugo rimanente e una bella spolverata di parmigiano e cuocete in forno a 180 per circa 20 minuti.

giovedì 2 settembre 2010

FRITTATA DI SPAGHETTI



frittata

Viene definito un piatto povero o svuota frigo ma per me resta uno dei miei piatti preferiti....mi ricorda l'infanzia le pasquette fuori porta oppure sotto l'ombrellone al mare!!!Pero per piacermi deve essere fatta rigorosamente con ingredienti riciclati !!Adoro quella con po di sugo ma è buona anche bianca...Insomma un piatto buono e gustoso e con l'aggiunta dell'insaporitore Aristo per ricette a base di uova tutto acquista piu sapore!!!

Frittata di spaghetti al sugo

350 gr di spaghetti al sugo

3 uova

100 di speck a cubetti

mozzarella e formaggi vari

sale

pepe

1 cucchiaino di insaporitore Aristo per ricette a base di uova

Amalgamara le uova sbattute con gli spaghetti unire il resto degli ingredienti e procedere come una normale frittata.


Con questa ricetta partecipo al contest della mia dolce amica Federica del blog Note di cioccolato " Un uovo per amico"

giovedì 26 agosto 2010

Malloreddus con la salsiccia


MALLOREDDUS CON SALSICCIA

Ingredienti per 4 persone:
300 gr di gnocchetti sardi,
200 gr di salsiccia fresca di suino
200 di macinato

circa 600 gr di pomodori freschi maturi,
1 foglia di alloro e 2 di basilico,
1 piccola cipolla,
qualche filo di zafferano,
olio d'oliva, sale.

Preparazione
Mettere in un tegame la cipolla e l'aglio tritati e soffriggere in olio d'oliva, unire la salsiccia tagliata a tocchetti e il macinato e farla dorare, quindi i pomodori tagliati anch'essi a tocchetti, un pizzico di sale, l'alloro,e il basilico. Lasciar cucinare a fuoco lento. A parte, cuocere i malloreddus, condirli col sugo così peparato, spolvarare di pecorino grattuggiato e guarnire i singoli piatti con tocchetti di salsiccia.

giovedì 22 luglio 2010

GNOCCHI ALLE MELANZANE E PROVOLA


Per la serie non si vive di soli dolci ma a casa mia si mangia anche normalmente :D oggi vi propongo un piatto davvero godurioso saporito e colorato una rivisitazione della pasta alla Norma se vogliamo ma con gli gnocchi che danno un sapore in piu…Niente forno tutto ripassato in padella con succosi pomodorini un bel po di grana e della provola a tocchetti fumante…che dirvi se non PROVATELI:D!!!!

Per 2 persone

500 g di gnocchi

½ kg di pomodorini ciliegina

200 g di provola

1 melanzana lunga di circa 300 g

Grana q.b.

Aglio

Basilico

Tagliate la melanzana a tocchetti e soffriggetela in olio caldo, appena e pronta metteteli a colare su carta da cucina. In una padella capiente e alta soffriggete uno spicchio d’aglio con l’olio e versate i pomodorini tagliati a metà e fate cuocere 10 minuti, unite le melanzane e continuare la cottura altri 5/10 minuti il tempo che si insaporisca il tutto e prima di spegnere unite il basilico e togliete l’aglio. Tagliate la provola in piccoli cubotti e cuocete gli gnocchi appena pronti versateli nella padella del sugo, unite la provola e il grana grattugiato e rimestate il tutto e servite.


sabato 10 luglio 2010

Mezze maniche al ragù di vitello(alla Roberto)



Oggi vi presento un primo piatto davvero veloce saporito che spesso propongo per pranzo anche quando ho amici perche è sempre molto apprezzato.
Mezze maniche al ragù di vitello
(Da sale & Pepe 2009)
Ingredienti
320 gr di pasta tipo mezze maniche
200 gr di carne macinata di vitello,
due pomodori pelati
mezza cipolla
100 gr di scamorza affumicata
2 dl di panna fresca
20 gr di burro
un mazzetto di basilico
sale.
Sbucciate la cipolla, tritatela finemente e stufatela in una casseruola con il burro finché diventa trasparente, alzate la fiamma, unite la carne macinata e rosolatela per 2-3 minuti. Regolate di sale, unite i pomodori spezzettati e proseguite la cottura su fiamma bassa e a pentola coperta per 20 minuti.
Passate un telo da cucina sulla superficie affumicata della scamorza per pulirla e tagliatela a dadini piccoli. Staccate dai rametti di basilico una dozzina di foglie piccole, lavatele delicatamente e tamponatele con la carta assorbente da cucina. Lessate i maccheroncini in abbondante acqua in ebollizione salata.
Intanto incorporate la panna al ragù e proseguite la cottura per 5 minuti. Aggiungete i dadini di scamorza e la pasta scolata molto al dente e mescolate su fiamma bassa per qualche minuto finché il formaggio comincia a filare. Cospargete la pasta con le foglioline di basilico e, a piacere, con una generosa macinata di pepe nero.

martedì 29 giugno 2010

PEPERONI IMBOTTITI DI NONNA EMILIA




Questi peperoni erano uno dei piatti forti di mia nonna che li preparava spesso soprattutto in estate ed io li adoravo!! Oggi ripensando alla sua ricetta e alla memoria di quei sapori ho voluto provarli e sono davvero deliziosissimi…I peperoni imbottiti oppure i puparuoli imbuttunati (come si dice a Napoli) fanno parte della nostra gastronomia classica, infatti è tradizione metterlo a tavola il ferragosto insieme ad anguria e cozze…Insomma un mix esplosivo!! Le variazioni sono tante c’è chi ci mette la carne macinata chi le acciughe chi la pasta …io li faccio alla nonna Emilia!!!!

Ingredienti

4 peperoni
150 gr di olive nere
500 gr di pane raffermo
1 bustina di wustell
100 g di caciocavallo a cubetti
Capperi q.b.
Latte
Prezzemolo.
Olio extra vergine di oliva
Sale
Un paio di cucchiaini di insaporitore alle erbe Ariosto
Pan grattato e parmigiano q.b.

Preparazione

Pulite i peperoni eliminando i semi e tagliateli a metà. In una ciotola mettete il pane raffermo in ammollo con un pò di latte. Strizzare il pane cercando di eliminare il più possibile il latte, aggiungete i capperi, sale, le olive snocciolate il prezzemolo, i wustell a cubetti, il caciocavallo a cubetti e l’insaporitore alle erbe Ariosto (se l'impasto dovesse risultare troppo molle, aggiungete un pò di pan grattato).Riempite i peperoni sistemandoli in una pirofila unta d'olio e di dimensioni tali che stiano stretti,spolverate la superficie con pan grattato e grana, aggiungete ancora un filo d'olio sopra. Mettete i peperoni nel forno già preriscaldato a 150-160 gradi per circa 40 minuti. Quando i peperoni saranno diventati morbidi ed avranno cambiato colore, estraeteli dal forno e lasciateli raffreddare.

Colgo l’occasione di questo post per mostrarvi la deliziosa campionatura che mi ha inviato Ariosto con alcuni dei suoi prodotti piu rinomati!!! La casa si è riempita di profumi speziati meravigliosi e come potete notare dagli ingredienti io ho usato un insaporitore alle erbe Ariosto per carni arrosto e ai ferri che ho trovato perfetto anche pqe questa mia preparazioni per il perfetto mix di erbe utilizzato!! Provateli perche i vostri piatti acquisteranno ancora piu sapore e profumo!!!

domenica 20 giugno 2010

GNOCCHETTI AI FRUTTI DI MARE


Oggi vi presnto un piatto davvero molto gustoso abbastanza veloce e perfetto per il periodo...questi gnocchetti si sposano perfettamente con il sugo dei frutti di mare rilasciando quella cremina che rende tutto piu appetibile!!Provate e sarà una piacevole sorpresa al palato
Con questa ricetta partecipo tra l'altro al contest della deliziosissima Manuela del blog "La via delle spezie" dedicato ai piatti di mare "Sapore di mare"

Gnocchetti ai frutti di mare

1 kg di gnocchi

2 spicchi d’aglio

prezzemolo

1%2 bicchiere di vino bianco

misto frutti di mare(cozze ,vongole,telline)
Mentre l'acqua degli gnocchi arriva a bollore,in un largo tegame, soffriggere 2 spicchi d'aglio e olio, aggiungere un misti di frutti di mare,pepe e prezzemolo e un bezzo bicchiere di vino. Appena i frutti di mare si aprono, spegnere il fuoco...quando gli gnocchi sono quasi pronti calarli e versarli nel tegame e mantecare il tutto.



venerdì 30 aprile 2010

POLPETTONE IN SALSA ROSA



Adoro i polpettoni, ma non mi piacciono quando sono troppo secchi quindi questo polpettone reso davvero morbido dalla presenza della ricotta l’ho accompagnato con una salsa rosa che ne esaltava ancora di piu il sapore.Mi piacciono belli ricchi e ripieni ed infatti come si puo intravedere dalla foto,l’ho farcito con delle uova sode a rondelle,della fontina e delle fette di crudo…veramente buono, o consiglio a tutte le amanti del polpettone, in particolare a Simo che so che li adora!!!

Polpettone di ricotta e vitello

500 g di polpa di vitello

2 uova

2 fette di pancarrè ammorbidito con il latte

100 gr di grana

noce moscata

100 g di ricotta

sale, pepe

Per il ripieno

2 uova sode a rondelle

100 g di fontina

100 g di prosciutto crudo

Per la salsa rosa

3 cucchiaia di maionese

2 di ketcup

50 di ricotta

Preparare l’impasto del polpettone, stenderlo su carta forno aiutandosi con le mani e farcire con le rondelle di uova, la fontina e il crudo e formare il polpettone aiutandosi con la carta forno.Inserire il polpettone con tutta la carta forno in uno stampo da plum ckae(cosi rimane bello in forma)spolverare con del pane grattugiato e delle noci di burro e cuocere in forno a 200 gradi per 40 minuti .Una volta freddo amalgamare il kutcup la maionese e la ricotta e accompagnare con questa crema il polpettone che va mangiato freddo.

mercoledì 28 aprile 2010

Pasta e patate di nonna Emilia


La pasta e patate della mia nonna aveva il sapore della scuola, della famiglia, dall'infanzia e delle corse fatte da lei quando mi diceva che aveva preparato la sua famosa pasta e patate....Mia mamma mi ha avuta giovanissima ( 15 anni ) e per lei, cosi giovane ed inesperta ero come la bambola con cui aveva giocato fino a qualche anno prima...Quindi la nonna era quella sempre presente che con amore ha dato le dritte giuste alla mia mamma...Mi ha cresciuta e mi ha amata piu di una figlia e da quando non c'è piu io penso a lei ogni giorno.

Oggi vi presento questo piatto semplice della tradizione ma rivisitato da lei e che io ripropongo adesso alla mia famiglia....Grazie di tutto nonna.....ti voglio bene ovunque tu sia!!!!!!

Pasta e patate di nonna Emilia

Per 2 persone

500 gr di patate

1 confezione di pancetta a dadini

1 costa di sedano

1/2 cipolla

basilico

2 pomodori

croste di parmigiano q.b.

Soffriggere la cipolla con la pancetta, il sedano a dadini e il basilico, un paio di pomodori e le croste tagliate a dadini(grattare la parte della scritta e lavatele in acqua calda),quando è ben dorato unire le patate a tocchetti e far insaporire, mettere l'acqua e portare a cottura.


sabato 17 aprile 2010

SPAGHETTI ALLA POVERELLA


Se evete letto l'altro post su "dolci a gogo" ecco come si presenta il sugo una volta completato il piatto....veloce e gustoso e facilissimo da realizzare....vi riporto di nuovo la ricetta

Spaghetti alla poverella
½ gambo di sedano privato dei filamenti
3 o 4 pomodori tipo datterini o ciliegini
4 o 5 capperi dissalati
1 manciata di basilico
1 spolverata di origano
1 spicchio d’aglio
Olio
Sminuzzare il sedano, tagliare a pezzetti i pomodori, spezzare il basilico con le mani e tritare i capperi, mettere il tutto in barattolo di vetro, ricoprire di olio extra vergine, fare una spolverata di origano, aggiungere un pizzico di sale e lo spicchio d’aglio intero.
Chiudere il barattolo e tenere in frigo almeno per un giorno, ma si conserva per 4 o 5 giorni.
All’occorrenza tirarlo fuori dal frigo un'oretta prima e condire la pasta ricordandovi di eliminare lo spicchio d’aglio.

mercoledì 10 marzo 2010

SPIEDINI DI POLPETTA ALLA RICOTTA E BUFALA



Come far mangiare i latticini a 2 bambini che proprio non ne vogliono sapere??? Trasformare tutto in polpetta!!! I miei bimbi tranne il latte non amano proprio mozzarella ricotta insomma tutti i formaggi in genere quindi mi devo inventare sempre dei modi diversi per inserirli e poi si sa sotto forma di polpetta tutto è piu buono!!! Queste polpette sono morbidissime e golose, abbinate ad un sughetto delicato e saporito. Ovviamente quelli in foto sono quelli che abbiamo mangiato io e mio marito perche la sola presenza della mozzarella li avrebbe fatti scappare!!!!
Spiedini di polpetta con ricotta e bufala
Per il sughetto
400 g di pelati o pomodori freschi
Mezza cipolla
1 carota
Sedano
Olio
Per le polpette
300 g di carne macinata magra
150 di ricotta
100 g di pane raffermo
Parmigiano
Sale

Fare un trito con cipolla sedano e carota e soffriggere con un filo d’olio, aggiungere i pelati e far cuocere 10 minuti. Nel frattempo mettere del pane raffermo senza crosta nell’acqua ad ammorbidire e in una ciotola impastare ricotta e macinato con il sale e il parmigiano,aggiungere il pane e formare le polpette(io non ho messo l’uovo ma se volete potete aggiungerlo). Aggiungere le polpette al sugo e cuocere a fuoco bassissimo per altri 15 minuti girando le polpette con molta delicatezze per non farle spappolare. Appena pronte, fare lo spiedino inserendo una polpetta ed un bocconcino di mozzarella, ma vanno benissimo anche cosi accompagnate da una bella insalata.
Con queste polpette partecipo alla raccolta di Nanny,Sapori di vaniglia, Il cibo in un boccone


domenica 28 febbraio 2010

SALSICCIE CON SCAMORZA E FRIARIELLI

Una ricetta gustosissima con tutti i sapori della mia citta.
Le salsicciesono fatte sulla bistecchiera aperte con un taglio trasversale e un po prima di toglierle si aggiunge qualche fetta di provola affummicata.I friarielli sono tipici della campania,simili ai broccoli ma dal sapore piu deciso.Si puliscono dalle foglie piu grandi si lavano e si soffriggono in padella con aglio e olio e un mezzo bicchiere di acqua e si portano a cottura....vi piacciono??

giovedì 11 febbraio 2010

Coniglio con i funghi



Questa ricetta di oggi è una variazione al solito coniglio alla cacciatora oppure alla ischitana…è una ricetta che fa spesso mia mamma e che devo dire piace molto anche a me soprattutto accompagnata con i funghi diventa un piatto davvero gustosissimo ed ho aggiunto al tutto anche delle erbe profumatissime grazie agli insaporitori dell'Ariosto perfetti per questa ricetta.

Coniglio con i funghi

Per 4 persone
1 kg di coniglio
300 g di funghi coltivati(porcini, champignon ecc..)
3 carote
1 costa di sedano
1 cipolla
Poca farina
Vino bianco secco
Olio
Sale
Pepe

Preparazione
Lavate il coniglio e sgocciolatelo.Tritate finemente le carote, la cipolla e il sedano, versateli in una casseruola con il burro e qualche cucchiaiata di olio e fateli appassire a fuoco basso, mescolando.
Tagliate a pezzi il coniglio, passatelo nella farina e mettetelo a rosolare nelle verdure.
Salatelo, pepatelo e, appena sarà dorato, spruzzatelo con mezzo bicchiere di vino bianco.
Mentre il vino evapora, pelate i funghi, mantenendoli, a mano a mano che li preparate, in acqua e succo di limone.Affettateli, metteteli nella casseruola con il coniglioe rigirateli nel sughetto.Unite il rosmarino e proseguite la cottura a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto, per 45 minuti circa.

domenica 7 febbraio 2010

SUGO ALLA GENOVESE




NOn so se avete mai mangiato questo piatto ma nonostante la pesantezza che puo derivare dagli ingredienti io lo trovo paradisiaco:-)

Va innanzitutto chiarito che "alla genovese" non è riferito alla città di Genova, ma, pare, al nome del cuoco (napoletano) che inventò questo sugo.

Sugo alla genovese
g 400 di penne o ziti
parmigiano grattugiato
sale
Per il sugo
cipolle kg 500
500 g di spezzatino tenero di manzo
100 salame napoletano
1 carote
una costa di sedano
2 pomodori pelati (facoltativi)
vino bianco
olio d’oliva
sale

Tagliare a fettine sottili le carote, il sedano, le cipolle e rosolare il tutto assieme alla carne e al salame; dopo qualche minuto, aggiungere mezzo bicchiere di vino e lasciare asciugare; a questo punto, unire una presa di sale, i pomodori e il prezzemolo tritato. Bagnare con 1/2 bicchieri d’acqua e cuocere a fuoco bassissimo per circa 3 ore.Quando la salsa ha un colore bruno, togliere la carne e passare il sugo al passaverdura o con un mini pimmer direttamente nella pentola . Lasciare asciugare ancora un poco, se necessario, fino a ottenere una consistenza cremosa. Condire la pasta lessati al dente in abbondante acqua salata e completare con abbondante parmigiano.

MEZZANI CON PEPERONCINI VERDI



Si tratta di una ricetta antica, della più schietta tradizione napoletana, ottenuta con ingredienti semplici e genuini.
Per prepararla utilizzate i peperoncini verdi, piccoli e appuntiti che solitamente si usano come contorno: sulla pasta sono davvero 'speciali'.

Ingredienti e dosi per 4 persone

• 300 g di pasta tipo mezzani o bucatini
• 200 g di peperoncini verdi
• 300 g di pomodori perini
• 4 cucchiai di olio d'oliva extra-vergine
• 1 spicchio di aglio
• 4 foglie di basilico
• Sale
• Formaggio parmigiano grattugiato
Pulite e lavate i peperoncini, privateli del picciolo e dei semi, asciugateli e metteteli a soffriggere in una padella in cui avrete precedentemente fatto dorare uno spicchio d'aglio con l'olio.
Lasciate cuocere a fiamma media per circa 10 minuti, in modo che i peperoncini diventino morbidi.
Nel frattempo lavate i pomodori, privateli dei semi e dell'acqua di vegetazione e tagliateli a fettine, quindi poneteli in padella con i peperoni e aromatizzate con le foglie di basilico.
Salate.
Fate cuocere la salsa a fuoco dolce per 20 minuti.
Intanto lessate la pasta, scolatela al dente e mettetela nella padella con la salsa, facendola saltare per qualche istante a fiamma vivace, affinché si insaporisca bene.
Servitela ben calda, accompagnandola, a piacere, con parmigiano grattugiato

Insalata di fagioli cannellini


Questa ricetta anche nella sua semplicita puo rappresentare un gustoso contorno....

Un barattolo di fagioli cannellini

olio

limone

prezzemolo

aglio

sale

Svuotare il barattolo di fagioli aggiungere una spruzzata di limone,dell'aglio a pezzetti,il prezzemolo, l'olio e sale...tutto qui:-)

Freselle al pomodoro



Le freselle sono fette di pane biscottato. Molto apprezzate in Campania vengono bagnate con un filo d'acqua per ammorbidirle e condite con olio, sale, origano, aglio e pomodorini,oppure come l'ho condite io con pomodorini,tonno e cipollotto fresco,un filo di olio e sale...semplice e buona
Io le compro gia fatte le freselle ma se volte potete farle da sole,ecco la ricetta di tzatziki:

INGREDIENTI

800 GR DI FARINA INTEGRALE DI FRUMENTO
250 GR DI FARINA BIANCA POSSIBILMENTE 0
650 GR CIRCA DI ACQUA MINERALE GASATA A TEMPERATURA AMBIENTE
2 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
5 GR DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO IN CUBETTO

ESECUZIONE

Con due giorni di anticipo rispetto alla preparazione, mescolate 80 gr di farina integrale con il lievito ed 80 gr di acqua minerale gasata a temperatura ambiente. Fate riposare coperto in una terrina per due giorni. Allo scadere del termine, aggiungete gradatamente la farina integrale e la farina bianca, il sale fino, l'olio e tanta acqua minerale sufficiente per ottenere un impasto morbido ed elastico. Lavorate il tutto con forza e passione per almeno dieci/quindici minuti, sbattendo ripetutamente l'impasto sulla superficie leggermente infarinata del tavolo. Ponete il tutto in una terrina capiente leggermente unta di olio e fate riposare coperto fino a quando non avrà raddoppiato il volume(circa 5 o 6 ore). Riprendere l'impasto, e formare dei bastoncini dello spessore di 4/5 cm e della lunghezza di almeno 15/20 cm e chiudere a ciambella. Vaporizzate le ciambelle così ottenute con acqua e fate riposare per almeno un paio di ore. Infornate a 220° per circa venti minuti, estrarre le ciambelle e tagliatele immediatamente nel senso del diametro. Riporre nuovamente in forno fino a quando non si saranno sufficientemente biscottate. Far raffreddare su di una grata e conservare in sacchi di carta o di tela(tipo federa di lenzuola).

Pasta broccoli e salsiccia


Ho trovato questa ricetta sul sito"ricettariocucina"e subito mi ha intrigato per l'accostamento degli ingredienti e devo dire che è veramente un piatto eccezionale....provatelo e mi darete ragione:-)

Ingredienti:

350 gr pasta corta(fusilli)
600 gr broccoli(anche congelati)
2 salsicce
vino bianco
aglio
cipolla
sale
peperoncino
olio d' oliva

Cominciamo col mettere dell' acqua a bollire e facciamo cuocere i broccoli per 10 minuti; nel frattempo prendiamo una padella e facciamo un soffritto con olio d'oliva, aglio e cipolla; a questo punto aggiungiamo le salsicce ben tritate e sfumiamo con del vino bianco (circa 1/2 bicchiere), a questo versiamo i broccoli e amalgamiamo bene il 'sugo', saliamo e mettiamo un peperoncino (non indispensabile ma ci sta bene), a questo punto cuocere il tutto almeno 15-20 minuti a fuoco basso, intanto mettiamo a bollire l'acqua per la pasta e cuociamo un tipo di pasta corta che si adatta meglio al tipo di piatto, appena sarà al dente, versiamo la pasta nel 'sugo' e finiamo la cottura per 3-4 minuti amalgamando bene, il piatto è pronto........se volete potete spolverare a piacere con pecorino romano, ma a mio parere è meglio mangiarla senza formaggio altrimenti si perde il gusto del broccolo e della salsiccia

Rigatoni gratinati al prosciutto cotto


Timballo goloso veloce saporito e che puo piacere davvero a tutti!!

Ingredienti

500 g di maccheroncini

150 g di prosciutto cotto affumicato

150 di scamorza

4 uova

prezzemolo,timo,erba cipollina

400 ml di panna

parmigiano, sale ,noce moscata, burro

Cuocere la pasta e lasciarla freddare....a parte sbattere le uova con sale pepe noce moscataprezzemolo,grana,timo,erba cipollina,panna e mescolate il tutto.In una pirofila imburrata e spolverata con pane grattugiato,versate una parte della pasta,il prosciutto e la scamorza a cubetti e continuare fino ad esaurimento degli ingredienti...cuocere a 180 per 35 minuti

Bocconcini alle spezie


L'idea di questi bocconcini alle spezie mi è venuta guardando una puntata della mia amatissima nigella..li ama le spezie e le mette da per tutto quindi per rendere piu friccicarelle queste tristi fettine di tacchino ho pensato di imitarla un po

Ho tagliato a tocchetti il tacchino e in un sacchetto di quelli per alimenti(tipo cuki)ho messo del pan grattato,curry zenzero e salvia.Ho passato i tocchetti in un po di latte e poi li ho messi nella busta con il pangrattato e le spezie agitando facendo si che le spezie e il pangrattato aderissero bene al tutto...le ho fritte e servite con una bella insalata....gustosissime!!